Export agroalimentare: dati positivi per il 2013

I mercati esteri come obiettivo fondamentale per la ripresa del settore agricolo ed agroalimentare italiano: questa la conclusione a cui è giunto il Centro Studi di Confagricoltura, a seguito dell’analisi dei dati ISTAT relativi al commercio internazionale nel corso dello scorso anno.

Nel 2013, infatti, a fronte di una leggera flessione del dato complessivo delle esportazioni italiane (-0,1 % rispetto all’anno precedente), il dato relativo al comparto agroalimentare si è infatti dimostrato in netta controtendenza, con un aumento del 4,8% ed un valore record dell’export che raggiunge così i 33 miliardi e 436 milioni di euro circa.

“Pochi settori produttivi hanno registrato un tasso di crescita analogo o superiore – sottolinea quindi il Centro Studi di Confagricoltura – Non va trascurato l’incremento delle esportazioni di prodotti non trasformati, comparto che in genere soffre di più la concorrenza delle importazioni, che sono aumentate del 2,6%, comunque con una performance migliore dell’export complessivo”.

I dati relativi al 2013 confermano peraltro una costante tendenza alla crescita manifestata dal settore agroalimentare italiano nel corso degli ultimi anni sui mercati internazionali, nettamente superiore al dato generale delle produzioni italiane: dal 2006 ad oggi, l’export dei nostri prodotti agricoli ed alimentari è cresciuto di circa il 50% e rappresenta attualmente l’8,6% del valore complessivo del commercio estero italiano.

Inevitabile, quindi, una ricaduta sull’attività delle nostre aziende, come sottolinea Confagricoltura nel suo comunicato: “Le buone performance dell’export spingono le nostre imprese a proiettarsi sempre più in una dimensione globale, trasformando in opportunità ciò che altri spesso vedono come rischio. In tale ottica, le aziende stanno aumentando i momenti di relazione business oriented con gli operatori esteri e si stanno ponendo in rete per aumentare la propria capacità competitiva in termini di volumi, di servizi e di capacità di promozione”.