Nel 2017 l’industria del cibo farà segnare un +1,5%

Sono rosee le previsioni sul 2017 di Federalimentare che, per l’anno in corso, prevede per l’industria del cibo italiana un aumento sul fatturato complessivo pari a un +1,5%, e cioè 134 miliardi di euro, contro i 132 miliardi di euro del 2016. Il trend dovrebbe riguardare le esportazioni (+5%, ovvero 31,6 miliardi di euro, contro i 30,1 miliardi di euro del 2016), generando così un attivo commerciale di 10,9 miliardi di euro (ed ecco il +1,5%). Anche per i consumi alimentari è comunque previsto un aumento, tale da raggiungere quota 231 miliardi di euro, lo 0,3% in più del 2016.

L’agroalimentare italiano, stando agli stessi dati, è composto da 6.850 imprese industriali e 385.000 addetti. L’export del settore agroalimentare, rispetto a quello totale dell’industria italiana, è cresciuto nel periodo 2000-2016 del +144,5% contro un +59,3% dell’industria nel suo complesso. Guardando al solo 2007-2016, il settore agroalimentare ha fatto registrare invece un aumento del +66,1% contro un totale industria del +15,7%.