I graffioni di Tosca: dagli Aztechi al BonTà

Al BonTà 2017 incontreremo anche Tosca, storico produttore di dolcezze tutte cremonesi e che presenta in modo particolare il Graffione, un dolce di cioccolato dalla lunghissima storia.

Furono gli Spagnoli che, aggiungendo zucchero all’amara bevanda degli Dei Aztechi, crearono il cioccolato. Fu il successo per l’intera Europa. Vienna divenne nel ‘700, con i suoi raffinati pasticceri, il centro di produzione più rinomato. E qui nacque il Graffione: un guscio di ruvido cioccolato fondente custodisce un cuore di ciliegia in un mare di dolce liquore. Questa preziosa ricetta Asburgica si è tramandata grazie ad alcuni pasticceri che preservarono la sua originalità ribattezzandolo in autentico dialetto cremonese “Sgrafignòon” (ciliegione duracino).

Tosca produce il vero graffione degno di quell’ antica Corte dalle sapienti ricette, che dominò la città del Torrazzo. Il segreto di questo raro equilibrio di amaro cioccolato e turgide ciliege al liquore è giunto fino ai giorni nostri realizzato, come allora. interamente nelle mani dell’uomo, è adesso riproposto dalla dolciaria Tosca che ne ha tatto il suo gioiello.