Made in Italy, le esportazioni crescono ancora

Sono numeri positivo quelli che descrivono, aggiornandolo, l’andamento delle esportazioni italiane. Se guardiamo infatti agli ultimi dati Istat sul commercio estero, l’export agroalimentare Made in Italy ha raggiunto quota 37,6 miliardi di euro nel periodo gennaio-novembre del 2017 con una crescita di oltre 7 punti percentuali rispetto allo scorso anno. Nel solo mese di novembre ha toccato quota 3,9 miliardi, l’8,5% in più rispetto a quello del 2016.

“Nel 2017 superiamo i 40 miliardi di euro di export agroalimentare – ha dichiarato il ministro Maurizio Martina – dimostrando la forza del made in Italy nel mondo. Abbiamo saputo affrontare la crisi aprendo nuovi spazi a livello internazionale. L’obiettivo dei 50 miliardi entro il 2020 si fa sempre più vicino, grazie soprattutto alla capacità delle nostre piccole e medie imprese di guardare fuori dai confini. Per tutelare e promuovere le loro produzioni dobbiamo continuare a lavorare per regole giuste in mercati aperti, dove l’origine, la distintività e la qualità siano fattori riconoscibili e aumentino la competitività. Chi propone dazi e barriere mette a rischio i sistemi territoriali che danno vita a questi risultati”.

A fine novembre, l’export aveva raggiunto quota 29,8 miliardi di euro (quindi nei primi 9 mesi del 2017) con una crescita di 7 punti percentuali rispetto allo scorso anno. Nel solo mese di settembre l’export agroalimentare aveva toccato quota 3,7 miliardi, il 6,4% in più rispetto a quello del 2016.