Latte e formaggi italiani, passione internazionale

Sono numeri entusiasmanti quelli che fanno segnare un balzo in avanti al settore del latte e latticini. L’export proveniente in modo particolare dalla Lombardia e riguardante i prodotti caseari ha fatto segnare un +11% tra il 2016 e il 2017, con un incremento di 113 milioni di euro nel giro di 12 mesi. La Lombardia incide per il 37% delle esportazioni nazionali, 1,2 miliardi su 3,2 miliardi, seguita dall’Emilia Romagna con 792 milioni, +12% secondo l’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati Istat al 2017 e 2016.

Al primo posto per esportazioni lombarde di latte e formaggi c’è Lodi con 297 milioni di euro, in crescita del 41%, subito seguita da Mantova con 266 milioni, Cremona con 200 milioni e Brescia con 156 milioni.

I prodotti sono richiesti soprattutto in Unione Europea, nella quale vengono venduti 894 milioni su 1,2 miliardi, Estremo Oriente con 71 milioni e America del Nord con 53 milioni. Interessante anche il dato sul continente africano, dove tra il 2016 e il 2017 raddoppia l’export verso l’Africa settentrionale passando da 14 a 31 milioni.