Salumificio Salcuno, una storia di gusti pugliesi

Il Salumificio Salcuno è un laboratorio artigianale dove la trasformazione del maiale avviene con la stessa cura di un tempo: il gusto e la qualità dei prodotti racchiudono tutto il sapore della tradizione pugliese. A il BonTà, il Salone delle Eccellenze Enogastronomiche dei Territori (dal 9 al 12 novembre 2019 a CremonaFiere), arriveranno anche i profumi e il gusto di Salcuno, presente con uno stand nel quale presenterà le proprie prelibatezze a un pubblico in cerca di sapori genuini e inediti.

Inizia nel 1987 l’attività di macelleria per la vendita di carne al minuto. «Il successo dei prodotti preparati con cura, in particolare la salsiccia fresca, incontravano il favore della clientela – ricorda oggi Francesco Salcuno -, tanto da farmi appassionare alla trasformazione del maiale. Facevo tesoro dei consigli degli anziani del paese, dai quali ho appreso molte ricette e l’arte della stagionatura».

Incoraggiato dalla famiglia e dal giudizio dei clienti, Salcuno amplia la gamma dei prodotti e a perfeziona i sapori, lavorando anche le restanti parti del maiale: pancetta, capocollo, filetto e prosciutto. «Per il futuro – spiega ancora Francesco -, i miei progetti prevedono la cura di tutta la filiera produttiva, a cominciare dall’allevamento dei maiali fino ad arrivare al prodotto finito».

A il BonTà si potranno assaggiare la sottilina, la muscisca di maiale, la salsiccia casereccia dolce e piccante, la soppressata del Gargano, la muscisca di capra, lo scamone, il capocollo marinato al nero di Trioia  e molte altre straordinarie produzioni marcate Salcuno.