La Piazza Etica Calabria Contadina sbarca a Il BonTà di Cremona

Pecco, Piazza Etica Calabria Contadina, sbarca a Cremona e conquista Il BonTà, il Salone delle Eccellenze Enogastronomiche dei Territori. Tra i 2.000 prodotti artigianali provenienti da 16 regioni italiane, presenti tra i padiglioni di CremonaFiere dal 9 al 12 novembre, i visitatori quest’anno potranno assaggiare e scoprire anche le delizie del territorio calabrese. Quest’anno, infatti, a Cremona saranno presenti in forza anche i produttori di Pecco, l’ambizioso e innovativo progetto nato in Calabria nel 2018 come sintesi dell’esperienza professionale maturata in tutta Italia. Uno spazio aperto a tutti i consumatori calabresi, quello della Piazza Etica Calabria Contadina, per gustare ed acquistare prodotti di eccellenza a km0, sia sotto forma di materie prime che di prodotto trasformato, ad un costo giusto, conveniente ed accessibile. La piazza di Pecco è, infatti, progettata per essere allo stesso tempo un mercato coperto, dove si possono trovare tutte le eccellenze territoriali calabresi, e la casa dell’agroalimentare e dell’enogastronomia regionale grazie ad una minuziosa e continua ricerca di prodotti regionali, garantiti e tracciati, selezionati per tipicità e qualità, ed a una rete di produttori d’eccellenza direttamente fidelizzati al progetto culturale-economico-gastronomico di Pecco.

Sabato 9 novembre, alle 11.30, al BonTà ci sarà un altro importante evento dedicato alla Calabria. La Città Metropolitana di Reggio Calabria organizza una conferenza dal titolo: “Prodotti identitari e turismo enogastronomico nel territorio della città metropolitana di Reggio Calabria.” Relatore sarà Francesco Foti, del dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria. Negli ultimi anni il turismo ha subito notevoli trasformazioni cercando sempre di più nuovi segmenti di nicchia come il turismo enogastronomico. L’interesse verso questo nuovo turismo nasce dal fatto che oggi il cibo viene visto non soltanto dal punto di vista nutrizionale ma anche come “elemento” che comunica tradizioni, cultura e storia di luoghi e produzioni agroalimentari che identificano i prodotti con il territorio.

L’anno scorso sono stati più di 30 mila i visitatori che hanno partecipato a Il BonTà, il Salone delle Eccellenze Enogastronomiche dei Territori. Nell’isola di Pecco portata a Cremona, oltre alla libera degustazione dei prodotti esposti delle aziende partner, sarà possibile gustare, tra gli altri, l’antipasto tipico di Calabria con degustazione di salumi di suino calabrese, formaggi tipici, crostinerie gourmet e stuzzicherie sott’olio; gli spaghettoni (prodotti giornalmente con grano 100% calabrese a filiera tracciata) alla Trappitara, ricetta tipica calabrese con pesce stocco. Le scilatelle (fatte a mano con grano 100% calabrese a filiera tracciata) con polpettine e ragù della domenica nella ricetta tradizionale e gli involtini di carne calabrese con Caciocavallo Silano Dop e ‘Nduja di Spilinga.

Arrivato alla 16° edizione Il BonTà conta 2.000 prodotti artigianali dei territori. E’ un evento unico in cui l’eccellenza enogastronomica dei prodotti tipici dei territori, unita all’educazione alimentare e alle nuove esigenze del mercato, incontra l’interesse dei consumatori e degli operatori del settore. Il salone comprende poi anche uno spazio dedicato ai professionisti della ristorazione: il BonTà Professional, che permette di toccare con mano il meglio delle attrezzature professionali. Terzo filone della manifestazione è quello dedicato alla birra: Special Beer Expo. Qui le specialità birraie dei territori incontrano professionisti e appassionati del mondo della birra, creando il contesto ideale per scoprire abbinamenti originali, tendenze innovative e per confrontarsi sulle ultime novità in tema di somministrazione e consumazione delle birre speciali.

La versione beta di Pecco si trova a Catanzaro, nel capoluogo della Calabria all’interno della sede unica degli uffici amministrativi della Regione, ed occupa uno spazio di circa 1600 metri quadri destinati al pubblico, di estrema bellezza, con arredi realizzati dall’artigianato locale ed isole gastronomiche con cucine a vista. In PECCO sono presenti, anche, sale meeting, una postazione di co-working ed una piattaforma biblioteca/book-crossing così da legare l’offerta enogastronomica ad una adeguata programmazione culturale in grado di attrarre utenze variegate.