E-commerce e alimentare: il segreto è nella relazione

Workshop dedicato agli strumenti digitali al BonTà di CremonaFiere. Scafoletti (Olos Interactive): “Settore in espansione del 15%, servono buoni contenuti”. Tadioli (Seidigitale.com): “Strategia e un racconto diretto per essere vincenti”

Vendere prodotti alimentari di qualità con l’e-commerce? Si può, se un buon racconto del prodotto e la relazione col cliente vengono messe al centro della comunicazione. E’ quanto emerso oggi nel corso del workshop “Dalle persone al fatturato: trasformare relazioni e interazioni in rete in concrete occasioni di business. Opportunità, strategie e strumenti del web marketing per il settore agro-alimentare”, organizzato a il BonTà, il Salone delle Eccellenze Enogastronomiche dei Territori di CremonaFiere, curato da CCIAA di Cremona, CremonaFiere, Olos Interactive e Seidigitale.com e moderato da Marco Bencivenga, direttore del quotidiano La Provincia di Cremona. Gli italiani passano in media 4 ore e mezza al giorno di fronte allo schermo dello smartphone e il settore e-commerce nell’ultimo anno ha totalizzato 32 miliardi di euro di acquisti online, con una crescita del 15% rispetto all’anno precedente. Una prospettiva molto positiva per le potenzialità ancora molto poco esplorate del settore agro-alimentare.

“Occorre puntare su contenuti attraenti e su una efficacie narrazione del prodotto – spiega Fabio Scafoletti, di Olos Interactive, digital marketing agency di Milano – : buoni contenuti sono l’elemento di attrazione principale quando parliamo di e-commerce. Solo in questo modo gli imprenditori che punteranno sul commercio online attiveranno relazioni, rapporti di fiducia e alla fine rapporti economici. Sarà poi chi compra che inizierà a parlare di noi e del nostro prodotto”.

Grande attenzione, quindi, al posizionamento sui motori di ricerca e all’aggiornamento dei social network, luogo per definizione in cui avviare un dialogo con il proprio pubblico. “Il digitale – spiega Andrea Tadioli di Seidigitale.com – non è la sola chiave di successo in nessun tipo di business, ma uno strumento a supporto del business in generale. Il web marketing comprende attività basate su una strategia e sulla differenziazione dai propri competitor. Se è vero che il racconto e la relazione attraverso canali social sono fondamentali, il consiglio è anche quello di non affidare eccessivamente a una agenzia la gestione della propria comunicazione. Talvolta, insieme a strumenti e indicazioni di professionisti della comunicazione, è utile provare a raccontare direttamente”.

Il BonTà, quest’anno ancora più ricco di espositori e di prodotti caratterizzati dall’altà qualità, continua domani 12 novembre. Accanto al classico il BonTà, il tempio dei sapori di alta qualità – dove incontrare ristoratori, distributori e buongustai che scoprono e gustano solo prelibatezze – il salone si struttura quest’anno nel BonTà Professional (uno spazio dedicato ai professionisti della ristorazione in cui le aziende di accessori, fornitura di food & beverage e abbigliamento professionale proporranno le proprie attrezzature agli operatori del settore Ho.Re.Ca) e nello Special Beer Expo, lo spazio giunto alla sua terza edizione dedicato ai produttori che vogliono presentare le migliori birre speciali, agli operatori e agli appassionati che vogliono interpretare e gustare la birra, sia nei classici che nei nuovi abbinamenti e gusti.