IL TORTELLO CREMASCO CAMBIA PELLE E DIVENTA INTEGRALE

Il Tortello Cremasco, quello della località “I Sabbioni”,  dall’antica ricetta risalente alla fine del 1800, della famiglia Brambilla, cambia pelle e, al Balurdù (storica trattoria di Crema) si potrà gustarlo in tutta la sua golosità e moderna piacevolezza già dai prossimi giorni.

La novità, tutta salutistica, sta nella composizione della pasta che compone il tortello, non più con farina bianca (ricca di glutine) ma con farine integrali maggiormente digeribili e adatte ad alleviare molte delle patologie che oggi assillano molte persone nella loro alimentazione.

La forma è quella tradizionale, quasi una mezza luna, con i bordi pizzicati, ma con un colore cromatico piacevole e non più anemico dato dal colore bianco della farina.

Il ripieno resta quello della tradizione, racchiuso nella ricetta della bisnonna di Claudio Brambilla, Natalina Buongiorno, tenuta gelosamente e riproposta nel Ristorante Al Balurdù a Crema di Via Capergnanica 8H.

Il Tortello Integrale del Balurdù” è stato registrato a tutela dell’originalità del prodotto e della sua composizione e verrà proposto e servito durante tutte le feste di natale e fine anno. Nel 2020 entrerà ufficialmente nel menù nella versione “integrale”.

Oggi, venerdì 6 dicembre 2019, dodici giornalisti di diverse testate nazionali e territoriali, avranno l’onore di assaggiare in anteprima questa leccornia.