La Formaggella del Luinese Dop, un piccolo gioiello di storia e bontà

È il primo formaggio in Italia prodotto esclusivamente con latte di capra crudo ad avere ottenuto la denominazione di origine protetta. Il riconoscimento risale al 2006 e la protagonista è la Formaggella del Luinese Dop.

Questa eccellenza del territorio è prodotta in un’area che comprende le quattro Comunità montane della provincia di Varese e alcuni Comuni collinari, coinvolgendo 17 aziende ovviamente artigianali che grazie alla loro attività rappresentano un presidio delle aree marginali mantenendo fertile e attiva la montagna.

La Formaggella del Luinese Dop, del peso ciascuna di 700-900 grammi, è un formaggio a pasta semidura che richiede una stagionatura minima di 20 giorni. La sua principale caratteristica è la materia prima: il latte crudo di capra. Che deve provenire da animali appartenenti alle razze tipiche dell’arco alpino come la Camosciata delle Alpi, la Nera di Verzasca, la Saanen. In base a quanto prevede il Disciplinare di produzione gli animali devono essere alimentati con foraggi provenienti dai prati locali ma soprattutto pascolo, dove restano per 7/8 mesi l’anno.

Il Consorzio di tutela ha in serbo diversi progetti di valorizzazione per la tutela della biodiversità e per la cooperazione di filiera, affinchè produzioni così di nicchia ma dall’elevato valore storico e organolettico possano trovare sempre maggiore spazio in termini di promozione.

Il BonTà, Salone delle eccellenze enogastronomiche dei territori, che CremonaFiere ospiterà dal 13 al 16 novembre prossimi, sarà come sempre il luogo ideale per conoscere produzioni che affondano le loro origini in tempi antichissimi, ma che hanno saputo resistere all’incedere del tempo mantenendo inalterate le loro peculiarità, aiutando l’uomo a preservare territori e tradizioni che ancora oggi hanno molto da dire e, soprattutto, raccontare come la Formaggella del Luinese Dop.

Foto: www.formaggelladelluinese.it