Accolta con favore la proposta della ministra Bellanova per istituire un fondo a favore del comparto Horeca

La ministra per le Politiche agricole, Teresa Bellanova, ha proposto un fondo del valore di 1 miliardo di euro da destinare come bonus ai 180mila esercizi pubblici della ristorazione per l’acquisto di prodotti agroalimentari nazionali: a ognuno andrebbero 5000 euro a fondo perduto. “Questo garantirebbe un’immediata iniezione di liquidità nel sistema e favorirebbe i pagamenti delle prime settimane di riapertura sostenendo l’acquisto di prodotti italiani”, ha detto Bellanova.

La proposta è stata accolta favorevolmente dal Fipe (Federazione italiana pubblici esercizi) che in una nota afferma di guardare con grande soddisfazione all’idea di istituire uno stanziamento a fondo perduto per i ristoratori, mettendosi a disposizione da subito per approfondirne i dettagli. “Siamo lieti che i nostri appelli sulle difficoltà del settore abbiano trovato un riscontro in questa iniziativa che, al di là dell’aspetto economico tutto da valutare – ha affermato il presidente di Fipe-Confocommercio, Lino Enrico Stoppani – ha un valore simbolico perché testimonia finalmente l’attenzione delle istituzioni a un comparto troppo spesso sottovalutato, nonostante sia fondamentale per la filiera turistica e per quella agroalimentare”.

Parere favorevole sulla misura proposta dalla ministra Bellanova è arrivato anche da Coldiretti che la definisce “importante per garantire un’immediata iniezione di liquidità nel sistema, favorire i pagamenti delle prime settimane di riapertura e sostenere l’acquisto di prodotti italiani. A causa della pandemia i consumi extradomestici per colazioni, pranzi e cene fuori casa sono stimati in calo del 40% – afferma Coldiretti – Un duro colpo all’economia nazionale, visto che la spesa degli italiani per mangiare fuori casa prima dell’emergenza coronavirus era pari al 35% del totale dei consumi alimentari, per un valore di 86 miliardi di euro”.