Calano le giacenze di vino e olio, ma rispetto a un anno fa le percentuali sono ancora elevate

Ammonta a 43,3 milioni di ettolitri il vino in giacenza presso gli stabilimenti enologici italiani, in calo del 2% rispetto allo scorso 8 luglio e del 2,4% se confrontati a un anno fa.

Analoga la situazione per l’olio d’oliva rispetto all’ultima rilevazione del 15 luglio scorso, anche se si tratta di numeri ancora molto elevati: +36.4%.

I dati sono stati redatti dall’Ispettorato centrale repressioni frodi del Mipaaf (Icqrf) nei report Cantina Italia e Frantoio Italia, strumenti fondamentali per produttori e operatori al fine di conoscere ogni settimana la quantità di stoccaggio di vino e olio presenti sul territorio nazionale.

“Il lockdown ha dimostrato la centralità della filiera agroalimentare – ha dichiarato la ministra Teresa Bellanova – ma anche le sue fragilità. Il vino e l’olio sono stati due dei settori maggiormente coinvolti dal blocco dei canali commerciali a seguito dell’emergenza sanitaria e proprio per questo abbiamo deciso di garantire un’informazione settimanale immediata e semplice per consentire ai produttori e agli operatori del settore di conoscere quantità e giacenze di vino e olio presenti sul territorio nazionale nel tentativo di scongiurare fenomeni speculativi e pratiche sleali a danno del made in Italy”.

Se, come abbiamo riportato, la riduzione del vino rispetto a un anno fa è stata del 2,4%, la percentuale si alza al 7,3% per i mosti e al 64,3% per il vino nuovo in fermentazione. Il 58% del vino in Italia è stoccato nelle cantine delle regioni del Nord e nel solo Veneto è presente circa un quarto del vino nazionale. Il 52,6% è dop, con una prevalenza del rosso (56%). Il 25,9% è Igp e anche in questo caso prevale il rosso.

Relativamente all’olio d’oliva stoccato nel nostro Paese pari a 311.113 tonn., il 69,6% è costituito da olio extravergine di oliva. Il 57,7%, pari a 124.924 tonn. è di origine italiana mentre il 34,9% è di origine UE. Gli stock di prodotto extra UE sono marginali e ammontano a 8,811 tonn. Particolarmente elevate sono i quantitativi giacenti di olio extravergine d’oliva biologico: oltre 35mila tonn.