Piave Dop, un formaggio giovane che ha conquistato il mercato italiano ed estero

Si chiama Piave, è una Dop, è un formaggio e viene prodotto nel Bellunese, in origine soprattutto sul monte Peralba in val Visdende.

Le prime produzioni di Piave Dop risalgono al 1960, quando le quantità erano limitate e solo gli abitanti del territorio di origine lo conoscevano. Poi lo hanno iniziato ad apprezzare i consumatori e piano piano l’incremento produttivo è arrivato a 350mila forme/anno, tant’è vero che oggi questo formaggio è conosciuto non solo in tutta Italia, ma anche all’estero, soprattutto negli Stati Uniti e in Canada.

Il Piave Dop si ottiene dalla lavorazione del latte vaccino e si trova in commercio in cinque diverse stagionature: fresco, mezzano, vecchio, vecchio selezione oro e vecchio riserva. Prodotto oggi sull’intero territorio della provincia di Belluno, il Piave Dop prevede l’utilizzo di latte munto dalle razze bovine tipiche del territorio montano come la Bruna, la Pezzata Rossa, la Frisona e la Grigio Alpina. La loro alimentazione deve rispondere a precisi requisiti: almeno il 70% dei foraggi e il 50% della sostanza secca devono essere prodotti nella stessa zona.

Nelle tipologie fresco e mezzano il sapore è più dolce, mentre negli stagionati prevale la sapidità fino a raggiungere una un sapore più piccante nelle stagionature più lunghe.

Quest’anno il Piave ha festeggiato i 10 anni dal riconoscimento della Dop.

 

Foto: Formaggio Piave DOP (http://www.formaggiopiave.it/)