Il bosco e il sottobosco. Castagne, funghi, tartufi, frutti di bosco nella cucina della tradizione cremonese

DOVE: Area Eventi
QUANDO: 31 Ottobre 2021 | 16:00

 

Presentazione del quaderno della Delegazione di Cremona dell’Accademia Italiana della Cucina (AIC) e il volume dell’AIC relativo alla cucina tradizionale regionale italiana.

Intervengono Carla Bertinelli Spotti, curatrice della ricerca nel Cremonese, Valerio Ferrari, Agostino Melega, autori di due significativi contributi, e il Delegato di Cremona dell’Accademia Italiana della Cucina, Marco Petecchi

Argomento di non facile trattazione dato che da tempo immemorabile i boschi non ci sono più, le boschine sopravvivono ancora lungo le rive del Po, i prodotti si limitano ai funghi, a qualche erba mangereccia, a more di rovo e di gelso. Non sono mai mancate le castagne (arrivate dalla Bergamasca o dal Parmense) per fornire ai cremonesi mundui, biligot, patùna e caldarroste di cui sono golosi consumatori.

Insieme alle ricette, parte dominante della ricerca, sono state raccolte testimonianze sulle tradizioni contadine, aspetti di vita famigliare, momenti conviviali. Non mancano proverbi, modi di dire, termini dialettali che vivacizzano la parlata locale. Una piccola antologia raccoglie poesie, pagine di cultura del cibo, invito alla tavola come civiltà e dunque come arte di apprezzare i cibi e di raffinare il gusto insieme a descrizioni toccanti che ci ricordano paesaggi padani, macchie incolte, boschine, lanche, bodri, luoghi di avventure di caccia e di pesca.

Allestimenti a cura di Callas

Organizzato dall’Accademia Italiana della Cucina in collaborazione con la Camera di Commercio di Cremona e l’Associazione della Strada del Gusto Cremonese.